Sono sette le spiagge più belle del Salento secondo Fox Life

Il noto magazine associato al canale televisivo Fox Life indica le sette spiagge più belle del Salento descrivendone la storia e le principali caratteristiche: un consiglio illustre per chi sceglie il Salento come meta delle proprie vacanze

Arriva l’estate e, come ogni anno, è tempo di classifiche: anche Fox Life, il magazine associato al noto canale televisivo d’intrattenimento, ha voluto dedicarne una alla meta sempre più gettonata tra i vacanzieri. Ovviamente parliamo del Salento, territorio in continua crescita e sviluppo che attrae per la sua capacità di rispondere alle esigenze di diversi target, andando dalla cultura ai paesaggi, dalla tradizione culinaria alle meravigliose spiagge. Ed è proprio quest’ultimo fattore ad aver interessato Fox Life che stila una classifica delle più belle spiagge salentine.

Sono sette, secondo il magazine, le spiagge che meritano maggiore attenzione definendole “tra le più belle del Mediterraneo”: Punta Prosciutto a Porto Cesareo, Due Sorelle a Torre dell’Orso, Punta della Suina a Gallipoli, Acquaviva di Marittima, Torre Lapillo, Porto Badisco e infine Torre Mozza a Ugento.

Per ciascuna località, il magazine dedica uno spazio per descriverla: così Punta Prosciutto, incontaminata distesa di sabbia finissima tra le più rinomate del Salento, viene consigliata per la sua posizione strategica, la sua sabbia bianca costellata da dune e circondata da macchia mediterranea e, non in ultima analisi, anche per i comodissimi lettini che offre lo stabilimento balneare Samanà. Punta Prosciutto si trova in un tratto di costa delimitato a nord da Torre Colimena e a sud da Torre Lapillo, nel comune di Porto Cesareo,  semplice e selvaggia al punto da essere tutelata all’interno del Parco naturale regionale di Palude del Conte.

Un post condiviso da Lucrezia Berluti (@lulli1991) in data:

Al secondo posto, Fox Life nomina le Due Sorelle, gli scogli gemelli attorno ai quali pullulano le leggende, che si trovano nella baia di Torre dell’Orso. Tra le località preferite dai turisti, la spiaggia presenta acque cristalline e sabbia bianchissima e sottile. Inoltre la leggenda dei due faraglioni contribuisce alla sua aurea di mistero: sono dette “Due Sorelle” proprio dal legame che legava due fanciulle disperse in mare in un tempo remoto. Due giovani ragazze, per sottrarsi alle fatiche della campagna, un giorno decisero di cercare refrigerio dalla calura estiva recandosi sulla scogliera di Torre Dell’Orso. Quasi ammaliata dalla brezza proveniente dal mare e dallo spettacolo che le si profilava davanti, una delle sorelle si sporse troppo verso il mare fino a cadervi.  L’altra sorella, udendo le grida della sorella, si gettò per salvarla. Mossi a compassione, gli dei del mare decisero di tramutare le due sorelle in due rocce identiche e suggestive, per sempre cullate dalle onde del mare.

Un post condiviso da Denisa (@denitimis) in data:

Terzo posto in classifica per Punta della Suina, a Gallipoli, con un arrivo scenografico in mare dopo l’attraversamento di una fitta e rigogliosa pineta. La spiaggia forma due insenature naturali con fondali bassissimi. La scogliera si alterna a lunghi tratti di spiaggia. Fox Life consiglia, in proposito, l’attrezzato lido balneare dotato di un bar terrazza che offre una vista mozzafiato sull’insenatura e ospita bellissimi eventi al calar del sole.

Un post condiviso da Chiara Giannotti (@vino.tv) in data:

Quarta posizione per Acquaviva di Marittima, suggestiva caletta incastonata tra due scogliere verdeggianti. Secondo il magazine, “la spiaggia di Acquaviva è il luogo perfetto per cercare un po’ di refrigerio nelle torride giornate dell’estate salentina in quanto vi si getta una fonte sorgiva e l’acqua rimane particolarmente fredda”. Il fascino di questa caletta risiede anche nella sua natura misteriosa: tra Castro e Marina di Marittima, non tutti conoscono questo luogo nascosto ma che, se trovato, sprigiona emozioni uniche.

Un post condiviso da Elisa Galati (@galatielisa) in data:

Quinto posto in classifica per la spiaggia di Torre Lapillo, che prende il nome da una torre di avvistamento del XIV secolo di recente ristrutturazione. A pochi chilometri da Porto Cesareo, Torre Lapillo è tra i litorali sabbiosi più estesi del Salento, ideale anche per chi ama il running sulla sabbia o lo snorkeling. Una fantastica barriera corallina, infatti, rende ancor più unico questo luogo quasi esotico dove poter ammirare pesci di ogni colore. I ginepri, poi, incorniciano il paesaggio.

Un post condiviso da ℳorenaℳ (@_morem_) in data:

Un post condiviso da Marty.95 (@marty.m_95) in data:


Alla sesta posizione Fox Life non dimentica la spiaggia di Porto Badisco, dove si fondono mito, storia e bellezze naturali. Si tratta di una delle baie naturali più affascinanti del territorio, intervallata da grotte e insenature da esplorare come la Grotta dei Cervi, sito d’interesse storico mondiale grazie ai pittogrammi risalenti al neolitico nascosti al suo interno. Il tempo in questo luogo sembra essersi fermato. La leggenda narra che sulle sue dolci spondi approdò Enea su una piccola barca insieme al padre Anchise e al figlio Ascanio.

In ultima posizione, ma non meno bella delle altre, Fox Life ha menzionato la spiaggia di Torre Mozza, a Ugento. La spiaggia si congiunge con quella di Torre San Giovanni a nord, creando una linea continua di sabbia lunga chilometri. Una torre di avvistamento del ‘500 costruita per avvistare le navi dei turchi che facevano razzie in tutto il Salento caratterizza questa località piccola ma ricca di fascino arricchita da un ampio litorale di sabbia dorata e dune punteggiate di verde della macchia mediterranea.  I fondali bassi e trasparenti invitano a lunghe passeggiate in acqua.


Un Salento che non ha nulla da invidiare a mete esotiche e che, oltre a spiagge bellissime, conserva il fascino di storie e leggende che lo rendono ancor più misterioso e incantato.

Marcella Barone

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *