Panini e friselle gourmet a “Il Cartoccio”: innovazione e gusto al sapore di mare sullo Ionio

Una ristorazione di mare veloce e gourmet che concentra tutto il sapore del pesce in un unico panino sfizioso e farcito con abbinamenti da fare invidia all’alta cucina. Mettici poi il mare all’orizzonte e una location d’eccezione, vale a dire una cella che un tempo era adibita allo stoccaggio del pesce, oggi finemente ristrutturata, e il gioco è fatto: dall’unione di menti brillanti e lungimiranti, dalla scorsa estate a Gallipoli c’è un nuovo modo di gustare il pesce e si chiama “Il Cartoccio”.

Una ristorazione di mare veloce e gourmet che concentra tutto il sapore del pesce in un unico panino sfizioso e farcito con abbinamenti da fare invidia all’alta cucina. Mettici poi il mare all’orizzonte e una location d’eccezione, vale a dire una cella che un tempo era adibita allo stoccaggio del pesce, oggi finemente ristrutturata, e il gioco è fatto: dall’unione di menti brillanti e lungimiranti, dalla scorsa estate a Gallipoli c’è un nuovo modo di gustare il pesce e si chiama “Il Cartoccio”.

Panini gourmet in cui il pesce regna sovrano, varianti vegane e gluten free, friselle con tartare e cartocci di fish & chips: la proposta è altamente variegata e vanta solo prodotti di primissima qualità che esaltano le eccellenze del territorio sposando appieno il progetto dei presidi Slow Food.

Ogni panino presente nel menu ha un suo concept specifico e lo persegue attraverso gli ingredienti selezionati, gli abbinamenti spesso estrosi e il colore del pane che prende spunto dall’ingrediente principale e viene prodotto da un panificio di fiducia seguendo le attente indicazioni dello chef Mimmo Persano: il panino con il polpo ha al suo interno provola piccante e patate cotte al forno con la buccia e aromatizzate al rosmarino mentre il panino che lo contiene è nero proprio come il colore emesso dal polpo in segno di difesa; anche il Black, il panino con tagliatella di seppia aromatizzata al limone con ricotta fresca grattugiata e pomodorini fiaschetto di Torre Guaceto, che combina perfettamente tra loro il dolce e il salato, viene servito nel pane colorato dal nero di seppia; verde, invece, è il Vip Burger, un vero e proprio viaggio gastronomico in giro per la Puglia grazie ad un’oculata selezione di materie prime pugliesi, dal capocollo di Martina Franca al gambero di Gallipoli crudo avvolto da una stracciatella di Noci, tutte eccellenze indiscutibili che sono espressione del territorio. In questo caso, il verde del pane richiama la prima lettera del panino Vip ed è ricavato dalla clorofilla di spinaci.

Novità dell’estate 2017 è una maggiore proposta vegana con tre varianti di panino gourmet con burger di quinoa con carote e zenzero, spinaci o broccoli e rigorosamente scottato alla piastra. La cucina take away de “Il Cartoccio” soddisfa proprio tutti con panini e fritture anche senza glutine. Le fritture, che danno il nome al locale, sono servite in cartocci con contorno di patatine, l’intramontabile formula di fish & chips ideale da degustare mentre si passeggia alla scoperta delle meraviglie di Gallipoli.

Declinazione tutta salentina, poi, quella della frisella gourmet. Sono quattro le specialità che compaiono per la prima volta quest’estate nel menu del locale: la prima con alicette marinate, la seconda con gambero viola di Gallipoli, la terza con tartare di tonno e la quarta con tartare di salmone, condite con cetrioli, stracciatella o burrata, semplicemente sublimi.

Vini e birre artigianali locali, infine, accompagnano questi piatti che, condensati in panini, friselle e cartocci, diventano espressione di una cucina innovativa, gustosissima e fortemente creativa, assolutamente gourmet.

@ Il Cartoccio

Marcella Barone

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *