Il Salento al secondo posto nella classifica delle più belle spiagge d’Italia

Non solo Caraibi e Maldive, il portale Skyscanner ogni anno stila una classifica delle più belle spiagge d’Italia: al secondo posto si posiziona un’affascinante località salentina che, tra storia e leggenda, ammalia ogni anno migliaia di turisti.

Il Salento conquista un più che meritato secondo posto nell’annuale classifica stilata dal portale Skyscanner sulle spiagge più belle d’Italia.

Ogni anno, infatti, non appena la primavera fa capolino, il noto motore di ricerca internazionale di voli, che permette agli utenti di navigare tra i prezzi e le destinazioni delle offerte di volo e di confrontare le diverse offerte disponibili, stila una classifica delle 15 spiagge o insenature più affascinanti dello Stivale andando a scovare i luoghi più nascosti e degni di essere visitati.

Un post condiviso da Serena 🌹 (@serenamelissano) in data:

Se lo scorso anno il Salento compariva al settimo posto con i meravigliosi faraglioni di Torre Sant’Andrea, Melendugno, quest’anno il Salento scala le posizioni arrivando sul podio con un’altra selvaggia e appartata località di mare, ricca di fascino tra storie e leggende. Parliamo della Grotta della Poesia a Roca, ancora una volta una marina di Melendugno: non si tratta esattamente di una spiaggia, bensì di una piscina naturale scavata nella roccia che si trova sul litorale tra San Foca e Torre dell’Orso. Tante le leggende che la circondano, la più famosa racconta di una principessa che, in un tempo lontano, amava immergersi nelle acque cristalline e salutifere della grotta, ma la sua bellezza era tale che tutti i poeti del Sud raggiungevano la grotta per dedicarle dei versi: da qui il nome “La Poesia” con il quale tutti identificano questo raro esempio di grotta.

Un post condiviso da m i r k o g. ☠ (@mirkogre_4) in data:

Lontana dalla modernità delle mete tipicamente turistiche, Roca è stata una fiorente città messapica di cui oggi restano le fortificazioni che possono essere ripercorse così come possono essere visitate le cripte e gli ipogei risalenti all’età del Bronzo oltre al Parco Archeologico dove, dal 1984 ad oggi, vengono condotti importanti studi.

Un post condiviso da Maria (@marii_95_) in data:

Mare e storia, dunque, si intrecciano in questa località di vacanza che rientra tra le dieci piscine naturali più belle al mondo e dove è impossibile non cedere alla tentazione di fare un tuffo decisamente insolito, proprio come consiglia Skyscanner: “Fatevi largo tra la folla per buttare un occhio sulle acque celestiali di una piscina naturale tra le più belle del mondo e, con un pizzico di coraggio, tuffatevi tra gli applausi dei presenti”.

Un post condiviso da Francesca Mozzillo (@la_mozzillo) in data:

Marcella Barone

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *