Cucina di pesce in evoluzione ed esperienza gastronomica inimitabile: all’Alex Ristorante si torna sempre

Qualcuno ha definito i piatti dell’Alex Ristorante così buoni da incantare il palato fino a far sgretolare i confini del tempo e dello spazio: bisogna partire da qui, se si vuole capire che tipo di esperienza ci attende in uno dei ristoranti più noti di Lecce.

cucina alex ristoranteQualcuno ha definito i piatti dell’Alex Ristorante così buoni da incantare il palato fino a far sgretolare i confini del tempo e dello spazio: bisogna partire da qui, se si vuole capire che tipo di esperienza ci attende in uno dei ristoranti più noti di Lecce.

La cucina dell’Alex ci racconta di una giovane chef, Alessandra Civilla, che ama il pesce, che sa riproporlo con ricette sempre nuove e che si è conquistata la fiducia incondizionata dei suoi clienti. Perché all’Alex si torna volentieri, per il pranzo o per la cena, anche due volte a settimana: conquistano la delicatezza e la freschezza delle materie prime, tutte locali, inebriano i profumi e gli accostamenti inediti, incuriosiscono i contrasti tra il caldo e il freddo che convivono in una stessa pietanza.

E il colpo di grazia è dato dal pane caldo appena sfornato, preparato sempre dalla chef, che ci fa sentire a casa. Le ricette dell’Alex cambiano in base alla disponibilità delle materie prime e delle stagioni, ma ci sono dei must che hanno fatto la storia del ristorante leccese.

Tra i primi, spiccano l’“Acquerello della chef”, ovvero risotto alle vongole e the nero affumicato su carpaccio di gamberi rossi di Gallipoli, pomodoro cristallizzato, germogli di stagione, gocce di riduzione di soia e frutti rossi e il “Profumo di casa”, ossia mischiato delicato di Gragnano “Pastificio dei Campi” con zuppa di pesce, crostacei e seppioline. Tra i secondi, non si possono dimenticare la zuppa di pesce dell’Adriatico e dello Ionio, a base di pesce sfilettato, crostacei, molluschi e frutti di mare e lo scorfano sfilettato alla griglia.

Gli amanti del crudo non potranno non scegliere, infine, la “Selezione di crudo della chef”, a base di scampi e gamberi di Gallipoli, salmone Balik, scorfano, carpaccio di baccalà, orata, tonno, salmone, palamita e sarago, serviti con una selezione di sali del mondo e con una spiazzante varietà di possibili accostamenti, tra riduzioni, composte di frutta, frutta essiccata e olii aromatizzati: basta mettersi nelle mani della chef e attendere fiduciosi la sua scelta.Il cerchio si chiude con i deliziosi dolci, ideati e creati sempre da Alessandra: uno dei più amati è sicuramente quello fatto con le pere e cioccolato scomposte, ma i golosi troveranno, è proprio il caso di dirlo, pane per i loro denti.

@ Alex Ristorante

Serena Costa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *